Intervista a Lisa Angelillo - Attrice @eventinews24

C'è uno spettacolo che ti piacerebbe fare?
Uno, nessuno e centomila. Adoro il mio lavoro, è L unica cosa al mondo che mi fa sentire "al posto giusto". Quindi in ogni spettacolo cerco e trovo il mio posto, tutto qui. Perché scegliere? Spero solo di poter sempre lavorare.
__Tra gli spettacoli nei quali hai lavorato quale ti ha dato maggiori soddisfazioni?
The Full Monty con la regia di Proietti perché è lo spettacolo grazie a cui sono passata a lavorare in produzioni nazionali
E Mamma Mia! Perché il personaggio di Tanya è stato il più amato ed ha riscosso un successo di pubblico pazzesco.
-Qual'è il lavoro che ti ha fatto crescere professionalmente?
Tutti. Un giorno sul palco vale un mese di studio. Ogni spettacolo mi ha insegnato qualcosa, ogni collega mi ha illuminata, se si ha voglia di imparare si trova sempre qualcosa di nuovo, sorprendente e utile.
___Il tuo primo spettacolo?
"Il giardino del Caucaso" liberamente tratto da "il cerchio di gesso del Caucaso" di Bertold Brecht. Facevo la governante. Avevo 16 anni. Regia di Francesco Capotorto.

___I tuoi progetti.
Un trio vocale al femminile, la regia di un nuovo spettacolo di prosa e poi creare la mia prima stagione estiva in un non-teatro o meglio presso la sede della mia associazione la Like a Jazz. Partirá a fine giugno e si chiamerà "Il sole a casa mia"... sempre che la burocrazia italiana non mi uccida.

___C'è un'artista di spettacolo a cui ti sei ispirata? Tutti e nessuno. Ho comunque una venerazione per Meryl Streep, Cate Blanchett e Judi Dench. Tra gli italiani trovo superbo Pierfrancesco Favino.

Intervista by Iaphet Elli www.eventinews24.com

Commenti