Intervista a Isabel Russinova - Attrice

  1. Ci piacerebbe conoscere le prime esperienze teatrali nella tua importante carriera.
    Il mio debutto teatrale è stato a Taormina Arte nel ‘95, con un testo di M. O Brian, “La bambola spezzata”, con Toni Bertorelli, regia di Franco Però. E’ la storia di una ragazza autistica accusata di aver ucciso la madre, un testo interessante e molto crudo. E’ stato un grande successo che ha reso ancora più solido il bel rapporto creato con Franco Però, oggi direttore del teatro Rossetti (il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia), con cui ho avuto il piacere di lavorare insieme molte altre volte, sempre con belle soddisfazioni (“A cena con amici”, premio Pulitzer di Donald Margulies, “Vertigo” nella riduzione di Masolino D’Amico). Mi piace anche ricordare il bel rapporto costruito allora con Toni Bertorelli, grande interprete da poco scomparso, con il quale ho cercato di lavorare insieme più volte... poi per una ragione o l’altra non si è concretizzato…ma restava nei nostri pensieri.
Il continuo del mio percorso teatrale si è poi sviluppato nelle scelte di testi con tematiche volte al sociale, al femminile, alla memoria e ai diritti umani.
Il mio ultimo impegno è indirizzato a un progetto a cui tengo molto: T.E.H.R., Thematic Exibition on Human Rights. Si tratta di una rassegna multidisciplinare dedicata ai diritti umani, in collaborazione con Amnesty International, l’Università Roma Tre, il Riff ( Rome Independent Film Festival) e il Conservatorio Santa Cecilia.
Sono inoltre in tournée con “Il Seduttore” di Diego Fabbri, grande protagonista del nostro Novecento, regia di Alessio Pizzech, con Roberto Alpi, Laura Lattuada e Agnese Nano.
  1. Hai dei film in cantiere?
E’ in uscita “L’incredibile storia della signora del terzo piano”, di cui firmo sceneggiatura e regia con Rodolfo Martinelli Carraresi, e appaio anche tra gli interpreti, una coproduzione con la Bulgaria, Tracia –Enterteinment. La storia racconta gli ultimi della nostra società, attraverso uno spaccato amaro dalle tinte surreali. Tra gli attori una straordinaria Rosa Pianeta, Reza Karadmand, Antonio M. Carraresi, Roberto della Casa, Gianluca Enria, Fabrizio Bordignon, Yana Yakovleva , Stefano Messina, Antonella Salvucci, Antonio Serrano, Cinzia Monreale (Selezione Riff Rome Independent Film Festival), con un omaggio di Petra Montecorvino nella colonna sonora di Davide Cavuti per Worner Chappel Music. In Uscita nelle sale dal 12 aprile 2018, distribuito da Mediterranea Distribuzione.
  1. Hai in programma qualcosa fuori Italia?
Sì, sto costruendo un progetto cinematografico in coproduzione con Malta, un altro con la Bulgaria (la cui sceneggiatura è tratta da un mio racconto in uscita a Maggio, edito da Curcio Editore) e l’ultimo con la Croazia, sempre da un mio testo.


Intervista by Iaphet Elli www.eventinews24.com 

Commenti